Nordic Walking per esplorare il territorio.

Abbiamo incontrato Valentino Dirodi, guida abilitata dalla Regione Puglia e istruttore Nordic Walking, per farci raccontare di questo sport e della sua pratica sul Gargano.


L.P. : "Ciao Valentino. Parlaci del tuo lavoro.... Lo chiamiamo lavoro o passione?"


Valentino : " Il mio è amore, una passione per il territorio che nasce fin da piccolo. Con gli amici si marinava la scuola per andare a conoscere il territorio, Monte Sacro o la Foresta Umbra. Divento guida turistica assecondando questa passione e istruttore Nordic Walking per necessità personali, fisiche direi."


L.P. :" Cosa è il Nordic Walking?"


Valentino : " Il Nordic walking è una camminata sostanzialmente, che si distingue per l'uso di due bastoncini che permettono di camminare alternando il movimento delle gambe a quello delle braccia in modo regolare. Il Nordic Walking ha molti benefici, sicuramente quello fisico sia perché mette in movimento l`80% del nostro corpo sia perché si ha un consumo superiore del 40% rispetto a una camminata normale. Inoltre va a beneficiare l'aspetto mentale, infatti la camminata da la possibilità di scaricare lo stress."


L.P. :" Le vostre camminate in natura si definiscono "passeggiate ecologiche". Sembra scontato parlare di rispetto e della necessità di lasciare inviolati i posti che attraversiamo. Quali sono le raccomandazione per chi cammina in natura? "


Valentino : "Con l'associazione organizziamo una camminata in natura una volta a settimana. Sono camminate con l obiettivo di conoscere il territorio ma soprattutto per vivere un contatto diretto con la natura, una sorta di simbiosi. Non esiste un vademecum per la perfetta passeggiata in natura, le norme sono quelle di civiltà che sempre si dovrebbero applicare. La natura si attraversa, non si invade: segni del nostro passaggio non devono restare. Dobbiamo noi essere rispettosi di flora e fauna, rispetto che passa dal non lasciare carte o altri rifiuti, a non generare schiamazzi fastidiosi ad osservare senza toccare e portar via niente. "


L.P. :" Sappiamo che hai organizzato in passato anche pellegrinaggi a piedi, un esempio su tutti è quello verso il santuario di San Michele in notturna. Che legame c'è sul Gargano tra camminata e fede? “


Valentino: "Ogni anno organizziamo il pellegrinaggio verso il santuario di San Michele in notturna, a settembre. Si parte da Vieste di sera e si percorrono 44 km a piedi. Arrivati alla grotta di San Michele, ascoltiamo la messa e ci rifocilliamo prima di predisporci al rientro, sempre a piedi. Totalizziamo circa 88 km in due giorni.

Il rapporto tra camminata e fede è indissolubile. Gesù stesso diceva di essere la Via. La fede per un cristiano coincide con il cammino della sua vita, quindi il cammino verso una meta è fede e nella fede si cammina. Questo è il valore che si attribuisce ai lunghi cammini verso i luoghi di culto. Tra l altro si cammina lentamente, in silenzio. E questo favorisce il raccoglimento, la riflessione e la preghiera.

Con gli amici dell'associazione torniamo a piedi a San Michele anche l'8 maggio. Ma nel Gargano ci sono molte possibilità per questo tipo di cammino, i luoghi di culto non mancano. "


L.P. :" Ma la camminata è anche convivialità, giusto ? "


Valentino:" Certo! Lo dimostrano le varie foto che scattiamo durante le uscite, che siano di immersione nella natura o di fede. Ogni uscita è una storia da raccontare, dove i protagonisti sono gli amici di sempre ma anche le nuove conoscenze che si aggregano. Le camminate sono anche occasione di nuove conoscenze, ve lo assicuro. "


L.P. :" Ci fai sbirciare nel tuo album di ricordi? "


Valentino:" Volentieri, vi mostro delle foto! “




Scorrendo le foto, salutiamo Valentino Di Rodi, che ringraziamo di cuore per l'interessante chiacchierata. Ci ripromettiamo di incontrarlo ancora e magari di affiancarlo in una delle sue camminate nel parco di Nordic Walking recentemente inaugurato a Vieste. Ve ne parleremo  la prossima volta 🙂. 

L.P.

45 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti