Cosa mangiare nel Gargano: prova alcune ricette locali.

Paese che vai pietanza che trovi. Ricette e prodotti tipici del Gargano.




Il prodotto principe della terra di Puglia è senza dubbio l'olio extravergine di oliva, simbolo della cucina pugliese prodotto da uliveti secolari secondo antiche tradizioni. L'olio d'oliva è l'ingrediente principale nella maggior parte delle gustose ricette della cucina locale e della tradizione gastronomica pugliese. Spiccano i formaggi, primo fra tutti il ​​Caciocavallo, molto apprezzato nella sua versione Podolica (ottenuto dal latte delle vacche podoliche, che spesso pascolano nella Foresta Umbra, a pochi chilometri da Vieste), e le verdure sapientemente cucinate e condite.


Le melanzane ripiene fanno un ottimo uso sia dell'olio che del formaggio. Entrambi servono per farcire le melanzane, insieme a uova e pane, prima di cuocerle nel sugo di pomodoro. Un ripieno simile viene utilizzato anche per le seppie. Il sugo di seppie ripiene viene spesso utilizzato per condire una pasta artigianale locale chiamata troccoli.

L'olio d'oliva di alta qualità è il segreto per conservare una varietà di verdure sia fresche che essiccate. Molto apprezzate sono le melanzane sott'olio, spesso amorevolmente lavorate a mano dalle anziane signore locali. La varietà comprende: melanzane, cipolle dolci, pomodori secchi, carciofi e altro.

Le mandorle sono invece uno degli ingredienti principali di alcuni dolci locali, come le cartellate, un nido di pasta fritta fatto con vino bianco e olio e poi decorato con miele e mandorle tritate. Anche le ostie ripiene di mandorle, simili a sottili wafer, sono molto popolari.


Il piatto più diffuso in tutta la cucina pugliese, anche se con alcune varietà in tutto il territorio pugliese, sono le famose orecchiette con le cime di rapa, una pasta artigianale locale a forma appunto di piccole orecchie con una varietà di broccoli amarognola che localmente si indentifica con il nome di cime di rapa.
Se sei interessato a provare quest'ultima ricetta, segui le istruzioni qui sotto e non dimenticare di commentare per raccontarci come è andata.


Orecchiete alle Cime di Rapa

Ti servirà:

200 g di semola di grano duro

400 g di farina

1 kg di cime di rapa

4-5 filetti di acciughe

2 spicchi d'aglio

1 dl di olio

Peperoncino, sale, pepe

Puoi acquistare la pasta già fatta, oppure provare a farla mettendo in pila la farina e la semola, aggiungendo un pizzico di sale e un po' di acqua tiepida e poi regolando la quantità di acqua per ottenere un impasto sodo ed elastico più o meno come quello della pizza o del pane. L'impasto va lavorato a lungo, separato poi in delle piccole porzioni formate in lunghi rotoli dello spessore di un centimetro. Tagliali a tronchi e poi uno alla volta, aiutandoti con la punta del coltello, falli scivolare sul piano di lavoro formando una specie di guscio. Quindi premi con la punta del pollice per ottenere un foro accentuato. Continua fino a esaurimento della pastella.

Le orecchiette devono cuocere in abbondante acqua bollente. Nel frattempo, prepara le cime di rapa.

Puliscile togliendo le foglie esterne e tenendo solo le foglie interne e il fiore con un coltellino (o con le mani). Al termine, sciacqua, scola, asciuga bene e metti da parte. Nel frattempo metti sul fuoco una pentola con abbondante acqua, salata a piacere, che servirà poi a lessare le rape.

In una padella capiente versare metà della dose di olio e aggiungi il pangattato, mescola con una marisa e falo rosolare a fuoco medio, fino a doratura, quindi metti da parte.

Non appena l'acqua avrà raggiunto il bollore, porta a bollore le cime di rapa precedentemente pulite: dovranno cuocere per circa 5 minuti. Nel frattempo puoi versare l'olio rimasto in una padella, con uno spicchio d'aglio schiacciato in camicia e i filetti di acciughe scolati dall'olio di conservazione. Mescola con un cucchiaio di legno per far sciogliere in padella le acciughe; Il soffritto impiegherà qualche minuto ad insaporire e quando sarà pronto, potrai togliere l'aglio e poi spegnere il fuoco. Dopo 5 minuti di cottura delle rape, nella stessa pentola aggiungete le orecchiette e fate cuocere il tutto per altri 5 minuti circa. Mescola delicatamente, quindi scola le orecchiette e le cime di rapa direttamente nella padella con il soffritto. Soffriggi brevemente e condisci con un pizzico di sale.

A cottura ultimata spegni il fuoco e servi le tue orecchiette con le cime di rapa, aggiungendo un filo di olio a crudo e pangrattato tostato sopra.


5 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti